Nella foto sopra alcuni giocatori dell’FC BRUNARDI in occasione della serata delle premiazioni mostrano i trofei di Campionato, Coppa Italia e Fase Finale Top, conquistati tutti nella stessa stagione.

 

Non è facile sintetizzare cosa è stata per il dell’FC BRUNARDI la corrente stagione sportiva 2017/18, forse sarà più facile ricordarla come “quella del triplete”. Prima il Campionato (C7 Gir.C) vinto alla fine del mese di marzo al termine di un bellissimo duello con il CIRCOLOCO. Poi la Coppa Italia nel mese di Maggio al termine di una finale tiratissima contro l’AUDACE LEGNATA. Infine la Fase Finale Top nel mese di giugno al termine di una cavalcata culminata con la finalissima vinta contro l’FC GREEN GARDENS nella gara che potremo definire l’apice della stagione. Per l’occasione abbiamo deciso di intervistare Fabrizio Masciullo che oltre a essere Presidente della società è anche giocatore, dirigente e anima di una squadra che ha appena concluso una stagione memorabile.

D - Fabrizio, cosa si prova dopo aver raggiunto l’apice vincendo nella stessa stagione Campionato, Coppa Italia e Top?

R - Vincere tutte le competizioni è una sensazione bellissima! Ad inizio anno ti trovi con gli altri per decidere il campo, gli orari, ed il giorno delle partite e dici, tra il serio ed il faceto: quest’anno vinciamo tutto.. Bene quest’anno ci siamo riusciti per davvero! Per me è una grandissima soddisfazione come presidente aver vinto tutto!

D - Parlaci un po’ della storia di questa squadra, quando nasce e le sue origini..

R - La squadra dell’FC BRUNARDI nasce nel finire dell’estate del 2007; una sera ci siamo ritrovati a chiacchierare e tra una birra e l’altra è  nata  l’idea di costituire questa squadra! Il nome deriva da un cocktail! Un componente della squadra che si trovava in Irlanda, nel corso della serata, ci ha chiamato per salutarci e ci ha detto che stava sorseggiando una bevuta di nome BRUNARDI; da lì é  nato il nome e i colori della divisa: bianco/verde/arancio!

D - C’è un aneddoto o un ricordo particolare di questa ultima annata?

R - A livello personale la soddisfazione di aver battuto all’ultimo minuto il rigore decisivo nella finale di coppa Italia ,tiratissima, contro l’Audace Legnata! A livello di squadra penso alla finale della TOP li abbiamo disputato, secondo me, la partita perfetta, senza che il risultato fosse mai in discussione, ma di questo ero sicuro perché prima della partita guardando negli occhi i miei ragazzi e avevo percepito la fame di vittoria che li animava; in quel momento la tensione che da giorni avevo per la partita è  quasi andata via!  

D - Dopo aver vinto tutto c’è la possibilità che adesso nei giocatori calino un po’ le motivazioni?

R - Non credo, i ragazzi dopo i festeggiamenti della finale della TOP sono già proiettati con la testa alle finali nazionali della Coppa Italia di Cesenatico a settembre! Per il nuovo anno le motivazioni saranno tante anche perché,  come dice il proverbio, l’appetito vien mangiando!

D - Quali sono (o sono stati) i pregi e i punti di forza dell’FC Brunardi? Ci saranno novità nella formazione per il prossimo anno?

R - Il punto di forza nostro è  il collettivo; sono ormai 11 anni che giochiamo insieme! Una nota di merito la spendo per  Ceccoli Leonardo; quest’anno è stato fondamentale per la conquista del titolo a suon di gol! Nonostante sia un goleador, in coppa e nella finale si è messo al servizio della squadra segnando qualcosa meno ma facendo un importantissimo lavoro sporco (proprio come faceva Eto’o con l’Inter)! Per l’anno nuovo mi sto muovendo perché dovrò  sostituire alcuni giocatori, ai quali ovviamente va la mia gratitudine, che per motivi di lavoro non potranno essere disponibili;  posso garantire comunque  che cercheremo di individuare atleti che sappiano essere all'altezza di chi lascia sia sotto il profilo calcistico che umano. Viva la BRUNARDI. Sz

 

 

                              

     


Campi a Noleggio

Noleggio Impianto

Vuoi affittare un campo?

Chiama al 320 1792232